IL DONO DEL DIAVOLO

IL DONO DEL DIAVOLO

La storia della giovanissima Rosy colpisce per la forte realtà che narra e mostra, ma soprattutto per il modo in cui questa viene descritta: violenze psicologiche e sessuali, rabbia, umanità marginale o emarginata sono raccontate con realismo estremo, ma filtrare dal punto di vista dell’innocente, che conferisce un tono sgombro, talvolta ingenuo, spontaneo e incantato, riuscendo ad esorcizzare la violenza e la disperazione e a trasformarle magicamente in dolcezza, bellezza, poesia. Imponendosi un atteggiamento faustianamente eroico, subdolamente anticonformista e dunque difficilmente comprensibile al sottobosco spregevole di delinquenti, sfruttatori e carnefici a vario titolo che si muovono nelle periferie urbane e nelle lussuose ville dell’alta borghesia, la prostituta-bambina assurge ad icona ad un tempo dell’inevitabilità dell’eroismo e della necessità della sua caduta e distruzione tragica.

ACQUISTALO QUI

Date:
Autrice:
Daniela Di Benedetto
Editore:
Tabula Fati

Pelicula

A modern theme for the film industry & video production
This error message is only visible to WordPress admins

Error: No connected account.

Please go to the Instagram Feed settings page to connect an account.